Innanzitutto è necessario capire che cosa si intende per DERURALIZZAZIONE di un immobile.

“Deruralizzare un immobile” significa perdere i requisiti di ruralità di un fabbricato e cioè il suo essere funzionale all’attività agricola.

Deruralizzazione a fini fiscali o a fini urbanistici

E’ importante distinguere  la deruralizzazione ai fini fiscali e ai fini urbanistici; questo è un punto importante in quanto spesso i venditori fanno confusione.

Ai fini fiscali la deruralizzazione consiste nel censire un immobile al catasto fabbricati, cioè aver fatto una denuncia all’Ufficio delle Entrate in cui è stato censito un immobile al catasto fabbricati, divenuto obbligatorio anni addietro.

La deruralizzazione urbanistica invece consiste nel rendere urbano un fabbricato rurale, cioè non più vincolato ai terreni agricoli. Per far ciò è necessario pagare degli oneri; le norme che regolano il pagamento di questi oneri sono su base regionale.

E’ possibile anche non pagare gli oneri se chi acquista un immobile rurale è imprenditore agricolo a titolo principale (I.A.P.).

Sul sito della Agenzia delle Entrate è possibile approfondire l’argomento.

Data la complessità delle normative riguardanti la deruralizzazione, consigliamo e aiutiamo i nostri clienti a prendere atto della parte urbanistica e catastale dell’immobile e ad affidarsi ad un tecnico qualificato in materia.

Contattateci

SHARE